Condividi..:

Ristrutturazioni Roma sud

Quando si è in fase di ristrutturazioni Roma sud ci si trova di fronte a diverse scelte da fare, e non sempre è facile orientarsi. Le imprese edili, poi, vanno spesso poco per il sottile e difficilmente spiegano la ragione di una scelta piuttosto che di un’altra. Ne consegue che spesso abbiamo pochi strumenti per valutare la qualità di un’offerta o per capire le voci di un preventivo.

Una delle cose che ci trova spesso impreparati è l’intonaco. Vediamo bene di cosa si tratta e come fare per valutare se le scelte fatte sono corrette.

Intonaco, cos’è e come è formato

Nel corso delle ristrutturazioni Roma sud può capitare di dover rifare completamente l’intonaco. Si tratta di un lavoro delicato e che richiede l’opera di professionisti.

L’intonaco è lo strato che riveste la struttura muraria. È composto dalla sovrapposizione di tre strati differenti, con lo scopo di proteggere i muri e di livellare le loro superfici.

I tre strati che lo compongono sono i seguenti:

  • Rinzaffo o abbozzo. Uno strato di malta posizionata sul muro per livellarlo. Ha anche la funzione di supporto per gli strati successivi.
  • Si tratta del secondo strato. Serve per rivestire lo strato precedente, livellarlo ed impermeabilizzarlo.
  • L’ultimo strato è quello più sottile. Il suo scopo è quello di proteggere gli strati sottostanti e di servire da base per la successiva pittura.

Tipi d’intonaco

Ci sono, poi, intonaci di diverso tipo e adatti a murature differenti.  Decidere quale sia l’intonaco migliore dipende dalle caratteristiche della struttura e dalle caratteristiche ambientali. In ambienti secchi si preferirà un intonaco a base di gesso, mentre in ambienti umidi si useranno intonaci a base di calce e di cemento.

  • Intonaco a base di gesso. Utilizzato in ambienti asciutti, ha una buona proprietà fonoassorbente
  • Intonaci cementizi. Sono usati come base su murature in mattoni
  • Intonaci a base di calce idraulica. Molto traspiranti, sono intonaci capaci di assorbire l’umidità
  • Intonaci deumidificanti. Come dice il loro nome, sono utilizzati in strutture umide e nel ripristino di edifici storici.
  • Intonaci termoisolanti. Utili per la coibentazione termica degli ambienti.
  • Intonaci per la protezione dal fuoco. SI appongono su tutte le strutture portanti per proteggerle dal fuoco
  • Intonaci Naturali. Da ultimi, ci sono gli intonaci utilizzati nella bioedilizia, caratterizzati dall’assenza di additivi chimici

Una volta scelta l’impresa edile a cui affidare i lavori, si potrà valutare la sua offerta anche in base alle informazioni appena acquisite. In ogni caso, la scelta tra tutti questi tipi di intonaci va lasciata agli esperti di ristrutturazioni Roma sud.

Contattaci per informazioni o preventivo.