Condividi..:

Imbianchino Roma

Se si cerca un Imbianchino Roma ha davvero una grande offerta, ma non è sempre semplice scegliere le maestranze giuste. Il prezzo varierà tanto, sia in base al tipo di pittura che in base alla lavorazione scelta e potrebbe variare tra 8 e 30 euro al mq. Per sapere esattamente quanto verrà il lavoro, bisognerà chiedere un preventivo indicando con esattezza metri quadri, materiali e tipo di lavorazione. Solo in questo modo sarà possibile fare una stima corretta dell’entità dei lavori.

Quando imbiancare casa?

Il periodo migliore per imbiancare casa è certamente un periodo caldo. Per chiamare in imbianchino Roma è perfetta in primavera, o all’inizio dell’autunno. Quando il clima è mite ma non caldo soffocante la pittura si può asciugare facilmente e gli ambienti si arieggiano bene.  L’estate con il suo caldo afoso è sconsigliata, così come il freddo inverno. D’inverno infatti la pittura non si asciugherà facilmente e non sarà semplice arieggiare i locali.

Nel caso in cui, tuttavia, si sia costretti ad intraprendere lavori edili in inverno, occorrerà preparare gli interni nel modo giusto. Riscaldando gli ambienti adeguatamente sia prima che dopo i lavori, si accelererà il processo di asciugatura. Fondamentale sarà anche aerare adeguatamente i locali. Questo consentirà all’odore sgradevole di vernice di sparire prima e accelererà la vivibilità dei locali.

Potrebbe tuttavia essere conveniente pianificare i lavori in modo che l’imbianchino, che sarà l’ultimo ad entrare in casa, possa lavorare con il clima ottimale. L’imbianchino sarà infatti l’ultimo ad accedere dopo muratore, idraulico, elettricista e piastrellista; sapendo questo sarà più semplice organizzarsi.

Scelta della vernice

Una delle cose più importanti, una volta chiamato un Imbianchino Roma, è scegliere la vernice da utilizzare. Sul mercato si trovano davvero tanti prodotti e non è facile scegliere quello giusto. Si dovrà quindi scegliere tra diverse tipologie. Di seguito un elenco dei tipi di pittura disponibili in commercio.

  • Pittura a tempera, economica ma poco duratura. Si utilizza in zone poco esposte.
  • Smalto. Vernice acrilica lucida o satinata. Presente anche in versione lavabile o idrorepellente, si utilizza nei bagni o nelle cucine
  • Pittura acrilica. Facile da stendere, si asciuga facilmente e dura a lungo.
  • Idropittura. Dal costo più alto, l’idropittura ha lunga durata e si sceglie tra quella lavabile, traspirante e termoisolante. La scelta di quella giusta non è semplice e va affidata ad un tecnico esperto
  • Antimuffa. Questo tipo di pittura aiuta a prevenire la formazione di muffe in ambienti umidi in due modi. Quella da ampio spettro inibisce la proliferazione dei batteri che generano la muffa. La pittura antimuffa anticondensa, invece, aiuta a tenere le pareti ad una temperatura superiore evitando lo sbalzo termico che favorisce la formazione delle muffe.

Contattaci per informazioni o preventivo.