Condividi..:

Ristrutturazioni Roma Eur

In caso di Ristrutturazioni Roma Eur, sia una villa, un casale o un palazzo di appartamenti, potrebbe essere necessario procedere alla coibentazione delle pareti. L’isolamento termico è infatti un lavoro estremamente importante: permette di mantenere stabile la temperatura interna degli ambienti. A fronte di un aumento del prezzo della ristrutturazione, la coibentazione porterà ad un notevole risparmio dei costi di riscaldamento e di condizionamento.

Quando e come coibentare?

In fase di restauro di vecchie strutture sarebbe bene procedere al lavoro di coibentazione termica. Le ristrutturazioni Roma Eur offrono la possibilità di procedere a questo tipo di intervento decisamente vantaggioso. La zona Eur le case e appartamenti non sono proprio “storiche”, ma dagli anni ’60 ad oggi sicuramente alcune strutture necessitano di una rimessa a nuovo.

Le tecniche di coibentazione possono riguardare sia l’interno che l’esterno della struttura e sono le seguenti:

  • Cappotto esterno ed interno
  • Pareti ventilate
  • Riempimento dell’intercapedine

Decidere quale intervento eseguire dipende da diversi fattori come il costo, e l’invasività dell’intervento. Qualsiasi intervento vada eseguito all’esterno prevederà la richiesta di permessi, l’impiego di una impresa edile adeguata e l’utilizzo di ponteggi. Una coibentazione interna, invece, sarà più rapida da eseguire e in generale sarà meno invasiva, sia essa il cappotto che il riempimento delle intercapedini. Scegliere quindi il cappotto esterno o quello interno dipenderà dalle opportunità e dalla necessità del momento

I tipi di coibentazione

Vediamo di seguito come si procede alla coibentazione nei vari casi di ristrutturazioni Roma Eur.

  • Cappotto esterno. Quando si devono rifare le facciate, può essere vantaggioso procedere all’applicazione del così detto cappotto esterno. Vale a dire, applicare alla parete esterna dell’immobile un pannello isolante armato per poi procedere alla stesura dell’intonaco e alla pittura.
  • Cappotto interno. Se procedere all’esterno non è possibile e l’edificio non possiede delle intercapedini, si possono rivestire le pareti interne degli ambienti con pannelli isolanti. Si procederà poi alla stesura dell’intonaco e alla pittura dei muri.
  • Pareti ventilate. Si può procedere anche alla realizzazione di pareti interne agli ambienti lasciando una intercapedine vuota tra esse ed i muri perimetrali. In questo modo sarà l’aria a fungere da isolamento termico.
  • Riempimento dell’intercapedine. Se la struttura da coibentare è provvista di intercapedini, il lavoro sarà semplice e assolutamente non invasivo. Si procederà infatti all’inserimento, all’interno delle intercapedini, di materiale isolante senza dover chiedere alcuna autorizzazione ed in modo molto veloce. Mentre dall’interno praticando dei fori nelle pareti, attraverso i quali si inserirà la schiuma isolante. Si procederà poi alla chiusura dei fori ed alla finitura delle pareti.

Isolare termicamente la propria abitazione, oltre al vantaggio di un risparmio sui costi di riscaldamento, dà diritto alle detrazioni fiscali. Insomma, si tratta di un intervento vantaggioso sotto molti punti di vista che va assolutamente preso in considerazione.

Contattaci per informazioni o preventivo.